I giudizi degli analisti di oggi sulle blue chips europee

CONDIVIDI
Un'altra giornata negativa per le borse giapponesi. Il Nikkei ha perso lo 0,4% e chiuso ai minimi delle ultime sei settimane a 10815,57 punti. Il principale indice di borsa del Paese del Sol Levante si trova in rosso da ben otto sedute. Un tale periodo ribassista non si registrava dal dicembre 2002. Anche a Tokyo ha pesato sul sentiment degli investitori il nuovo forte aumento del prezzo del petrolio che sui mercati asiatici ha superato l'importante soglia psicologica dei $50 per barile. Anche a Tokyo hanno sofferto per questo motivo in particolare i titoli delle compagnie aeree e quelli del settore automobilistico. Male anche i semiconduttori penalizzati dal downgrade di ieri da parte di Morgan Stanley sul comparto (vedi: Semiconduttori: Morgan Stanley cala la sua scure sul settore). NTT DoCoMo (JP3165650007) ha perso il 4,1% a ¥187000 in seguito ad un downgrade da parte di Goldman Sachs. La banca d'affari ha tagliato il rating sul titolo del gigante giapponese della telefonia mobile da "Outperform" a "In-line" a causa dei rischi relativi ad un eventuale aumento della pressione da parte della concorrenza.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption