Skin ADV

Rumors: La Cina rivaluterà ulteriormente lo yuan

La Cina sarebbe pronta a rivalutare ulteriormente lo yuan. Lo riporta la rivista tedesca d'economia e finanza "WirtschaftsWoche" che cita delle fonti vicine al Governo di Pechino. La rivalutazione sarebbe prevista per il prossimo 1 gennaio. La Banca Centrale Cinese dovrebbe rivalutare lo yuan sul dollaro del 7,2%. In seguito alla misura il cambio sarà di 7,50 yuan per un dollaro. Secondo "WirtschaftsWoche" la Cina attende per il 2006 un rallentamento della congiuntura americana. Questa circostanza dovrebbe far aumentare la pressione di Washington su Pechino riguardo la rivalutazione dello yuan. La Cina vorrebbe evitare con la misura del prossimo 1 gennaio di essere eventualmente costretta più tardi a rivalutare lo yuan più di quanto desideri. Ricordiamo che lo scorso luglio la Cina ha rivalutato, per la prima volta dopo circa dieci anni, lo yuan rispetto al dollaro del 2,1%. Il cambio è al momento di 8,11 yuan per un dollaro.

🥇 Con AvaProtect fai trading senza preoccupazioni! Temi di perdere con una posizione? AvaTrade ti protegge…Riduci il rischio, aumenta i vantaggi. Scopri di piu’ ⭐ Ricevi 100.000 € di denaro virtuale con un account demo gratuito >>

🥇 Con AvaProtect fai trading senza preoccupazioni! Temi di perdere con una posizione? AvaTrade ti protegge…Riduci il rischio, aumenta i vantaggi. Scopri di piu’ ⭐ Ricevi 100.000 € di denaro virtuale con un account demo gratuito >>

IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
Avatrade

Apri un conto demo gratuito con AvaTrade ✅ Ricevi 100.000 € di denaro virtuale per praticare la tua strategia di trading ⭐☎ Supporto vincente.

Approfitta dei nostri Expert Advisor e delle piattaforme di copy trading, oltre al trading sulle criptovalute 24/7. Con licenze di regolamentazione in 6 giurisdizioni, garantiamo un’esperienza di trading senza difficoltà.

AvaTrade è orgoglioso di essere partner globale del Manchester City, campioni della premier league 2018/19

DEMO GRATUITO