La Borsa di Tokyo chiude in leggero ribasso, male i semiconduttori

CONDIVIDI
La Borsa di Tokyo ha chiuso oggi in leggero ribasso. Il Nikkei ha perso lo 0,2% a 17.418,13 punti, il Topix lo 0,4% a 1.770,18 punti. Sul mercato azionario giapponese hanno pesato la debole performance di Wall Street di ieri e gli alti prezzi delle materie prime. La Banca Centrale del Giappone ha deciso di mantenere il suo tasso d'interesse invariato. La decisione era in gran parte scontata e non ha potuto dare dei particolari impulsi positivi al mercato. Le vendite si sono concentrate oggi soprattutto sul settore dei semiconduttori. Ieri UBS ha espresso un giudizio negativo sulle principali imprese americane impegnate nelle infrastrutture per la produzione di chip. Oggi Mizuho Securities ha declassato alcuni dei principali titoli giapponesi dei semiconduttori tra cui Advantest (JP3122400009) e Toshiba (JP3592200004). Advantest ha perso il 2,8%, Toshiba il 2,7%, NEC Electronics (JP3164720009) il 2,9% e Tokyo Electron (JP3571400005) il 3,2%. Il volo delle quotazioni del petrolio e dei principali metalli ha sostenuto i petroliferi e i minerari. Tra i petroliferi Inpex (JP3294430008) ha guadagnato il 2,4% e Nippon Oil (JP3679700009) lo 0,5%. Tra i minerari Sumitomo Metal Mining (JP3402600005) e Mitsubishi Materials (JP3903000002) hanno entrambi chiuso in rialzo dell'1,4%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption