La Borsa di Tokyo non conferma il rimbalzo

CONDIVIDI
Dopo aver registrato ieri una forte ripresa la Borsa di Tokyo ha chiuso oggi in ribasso. Il Nikkei ha perso lo 0,5% a 16.764,62 punti ed il Topix lo 0,2% a 1.689,60 punti. Sul mercato azionario giapponese hanno pesato oggi le perdite dei titoli degli esportatori. L'ulteriore solidità dello yen ed i timori sulle prospettive dell'economia statunitense hanno fatto tornare dopo una seduta di pausa le vendite sul settore. Honda (JP3854600008) ha perso lo 0,7%, Matsushita Electric (JP3866800000) lo 0,4%, Canon (JP3242800005) il 2,4% e Sony (JP3435000009) l'1,2%. Bene controtendenza il settore immobiliare. Mitsui Fudosan (JP3893200000) ha guadagnato il 3,5%, Mitsubishi Estate (JP3899600005) il 2,8% e Sumitomo Realty & Development (JP3409000001) il 2,7%. Goldman Sachs ha espresso oggi ottimismo sulla crescita dei prezzi dei terreni nell'area di Tokyo lungo la linea ferroviaria Yamanute. Nel settore minerario Sumitomo Metal Mining (JP3402600005) ha chiuso in rialzo dell'1,1% dopo aver alzato del 19% le sue stime d'utile per l'intero esercizio. Nel settore della distribuzione male Aeon (JP3388200002): -3% a ¥2.300. La catena di grandi magazzini ha tagliato le sue stime d'utile per il corrente esercizio. Aeon ha spiegato che le inabituali miti temperature degli scorsi mesi hanno pesato sulle sue vendite di abbigliamento invernale. Nikko Cordial (JP3670000003) ha guadagnato l'1,3% a ¥1.357. Citigroup (US1729671016) ha presentato ieri un'offerta di ¥1.350 per azione per il resto del capitale del terzo broker giapponese. La principale banca americana controlla da tempo il 4,9% di Nikko Cordial.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption