La Borsa di Tokyo chiude in ribasso, male i bancari

Il Nikkei ha perso lo 0,8% ed il Topix lo 0,7%. Bene minerari e farmaceutici.

CONDIVIDI
La Borsa di Tokyo ha chiuso oggi in ribasso. Il Nikkei ha perso lo 0,8% a 16.122,16 punti ed il Topix lo 0,7% a 1.557,02 punti. La seduta è stata dominata dalla prudenza. In vista della pubblicazione degli importanti dati sull'occupazione negli USA molti investitori non hanno voluto correre rischi e sono rimasti inattivi oppure hanno ridotto la loro esposizione sul mercato azionario. I timori legati alla crisi del settore dei mutui subprime hanno pesato ancora sui bancari. Mitsubishi UFJ Financial (JP3902900004) ha perso l'1,9%, Mizuho Financial Group (JP3885780001) il 3,4% e Sumitomo Mitsui Financial Group (JP3890350006) il 3%. Male anche gli esportatori. Lo yen ha continuato oggi in Asia a guadagnare terreno rispetto alle altre principali valute. Toyota (JP3633400001) ha perso lo 0,5%, Honda (JP3854600008) lo 0,8%, Canon (JP3242800005) il 2,3% e Matsushita Electric (JP3866800000) lo 0,8%. L'aumento dei prezzi dei principali metalli ha spinto i minerari. Mitsubishi Materials (JP3903000002) ha chiuso in rialzo dello 0,6% e Sumitomo Metal Mining (JP3402600005) del 2,2%. Il settore ha beneficiato anche delle voci relative ad una possibile mega-acquisizione di Rio Tinto (GB0007188757). Bene anche il comparto dell'industria farmaceutica. Takeda (JP3463000004) ha guadagnato il 2,1%, Astellas Pharma (JP3942400007) il 3,1% e Daiichi Sankyo (JP3475350009) il 2,3%. I titoli del settore hanno beneficiato del loro carattere difensivo.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption