Borse Asia-Pacifico: Profondo rosso, Shanghai perde quasi il 5%

L'Hang Seng ad Hong Kong ha perso il 3,2%, l'S&P/ASX 200 a Sydney il 2,6%, il Kospi a Seul il 3,1% ed il Taiwan Weighted a Taipei il 3,9%.

CONDIVIDI
Tutte le borse della regione Asia-Pacifico hanno chiuso oggi in forte ribasso. La pioggia di vendite è stata causata dalle nuove notizie negative arrivate dal settore finanziario statunitense che hanno fatto già crollare ieri Wall Street. Lo Shanghai Composite ha perso il 4,9% a 5.330,02 punti. Si è trattato per l'indice cinese della peggiore seduta da più di quattro mesi. Tutti i titoli principali hanno registrato delle sensibili perdite. Industrial and Commercial Bank (CN000A0LB42) ha perso il 3,4%, China Vanke (CN0008879206) il 4,3%, China Southern Airlines (CN0009084145) il 9,8%, Jiangxi Copper (CN0009070615) l'8,8%, Sinopec (CN0005789556) il 7,1% e PetroChina (CN0009365379) il 5,5%. Solo il settore aurifero ha resistito alle vendite grazie al nuovo balzo del prezzo dell'oro. Zhongjin Gold (CNE000001FM8) ha guadagnato l'1,6% e Shandong Gold Mining (CNE000001FR7) lo 0,6%. L'Hang Seng ad Hong Kong ha chiuso in calo del 3,2% a 28.760,22 punti. Le vendite hanno riguardato in particolar modo i petroliferi ed i minerari che dopo il rally delle scorse settimane sono stati oggetto di massive prese di beneficio. Alibaba.com (KYG017171003) ha guadagnato controtendenza l'1,7% a HK 33,15. Tra gli altri listini della regione l'S&P/ASX 200 a Sydney ha perso il 2,6%, il Kospi a Seul il 3,1% ed il Taiwan Weighted a Taipei il 3,9%. La Borsa di Singapore è rimasta oggi chiusa per festa.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption