La Borsa di Tokyo chiude in forte calo, crollano i bancari

Il Nikkei ha perso il 2,5% il Topix il 2,6%.

CONDIVIDI
La Borsa di Tokyo ha chiuso oggi in forte ribasso. Il Nikkei ha perso il 2,5% a 15.536,52 punti ed il Topix il 2,6% a 1.516,10 punti. L'iniezione di liquidità effettuata dalla Fed e da altre quattro banche centrali per sostenere il mercato del credito non è riuscita a tranquillizzare gli investitori anche perchè dal settore bancario statunitense sono arrivate delle nuove notizie negative. Bank of America (US0605051046) ha annunciato che dovrà effettuare per il corrente trimestre delle svalutazioni superiori alle sue precedenti previsioni. Wachovia (US9299031024) ha da parte sua comunicato che potrebbe raddoppiare gli accantonamenti per rischi su crediti. I bancari sono stati perciò colpiti a Tokyo in particolar modo dalle vendite. Sul settore hanno pesato anche delle voci di stampa secondo cui le tre principali banche giapponesi potrebbe partecipare al super-fondo progettato dalle maggiori banche statunitensi per il salvataggio dei veicoli d'investimento nel credito strutturato. Mitsubishi UFJ Financial (JP3902900004) ha perso il 7,9%, Mizuho Financial Group (JP3885780001) il 5,3% e Sumitomo Mitsui Financial Group (JP3890350006) e il 7,3%. Tra i pochi titoli che hanno resistito oggi alle vendite c'è stato NTT DoCoMo (JP3165650007): +0,6% a ¥178.000. Mizuho Securities ha alzato il suo rating sul titolo del primo operatore giapponese di telefonia mobile a "Strong Buy". Il broker ha osservato di essere ottimista sulla nuova strategia dei prezzi di NTT DoCoMo.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption