Borsa di Tokyo: Il Nikkei perde il 2,2%, affondano i bancari

Il listino giapponese ha chiuso ai suoi più bassi livelli da più di tre anni.

CONDIVIDI
La Borsa di Tokyo ha chiuso oggi in forte calo. Il Nikkei ha perso il 2,2% a 11.489,30 punti ed il Topix il 2,1% a 1.097,68 punti. Era da più di tre anni che il Nikkei non scendeva a tali livelli. Sul mercato azionario giapponese ha pesato come su tutte le piazze finanziarie mondiali il drammatico inasprimento del credit crunch. Tra i bancari Mitsubishi UFJ Financial (JP3902900004) ha perso il 3,4%, Mizuho Financial Group (JP3885780001) il 4,3% e Sumitomo Mitsui Financial Group (JP3890350006) il 6,6%. Nel settore immobiliare Mitsui Fudosan (JP3893200000) ha chiuso in ribasso del 7,3%, Mitsubishi Estate (JP3899600005) del 6,2% e Sumitomo Realty & Development (JP3409000001) del 4,6%.

Sony (JP3435000009) ha chiuso in calo dell'8,7% a ¥3.270. Goldman Sachs ha declassato oggi il titolo del colosso dell'elettronica di consumo da "Buy" a "Neutral". Toshiba (JP3592200004) ha perso il 3,5%. Secondo quanto riporta il quotidiano finanziario "Nikkei" Toshiba potrebbe chiudere, a causa della debolezza del suo business nei semiconduttori, il primo semestre del corrente esercizio con una perdita operativa di ¥30 miliardi. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Bene controtendenza i minerari. Mitsubishi Materials (JP3903000002) ha guadagnato il 2,4%, Sumitomo Metal Mining (JP3402600005) il 7,2% e Mitsui Mining & Smelting (JP3888400003) il 6,3%. Le quotazioni dei principali metalli hanno registrato ieri a New York dei forti rialzi. Il prezzo dell'oro è esploso del 9% (per ulteriori dettagli clicca qui).

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption