Borse Asia-Pacifico: Hong Kong chiude piatta dopo un eccezionale rimbalzo

L'Hang Seng aveva chiuso la seduta mattutina in calo di quasi il 7,5%. Forte rimbalzo intraday anche per lo Shanghai Composite.

CONDIVIDI
La maggior parte delle principali borse della regione Asia-Pacifico ha chiuso anche oggi in ribasso.
Lo Shanghai Composite ha perso l'1,7% a 1.895,84 punti. Verso la fine delle contrattazioni il listino cinese ha potuto ridurre notevolmente le sue perdite soprattutto grazie al rimbalzo dei bancari. Intraday lo Shanghai Composite era crollato fino a circa 1.800 punti. La Borsa di Shanghai ha beneficiato come le altre borse della regione dell'azione congiunta delle banche centrali volta ad alleviare la crisi dei mercati finanziari (per ulteriori dettagli clicca qui). Nel settore bancario Industrial and Commercial Bank (CN000A0LB42) ha guadagnato lo 0,6%, China Merchants Bank (CN000A0KFDV9) il 3,1%, Bank of China (CNE1000001Z5) il 2,7% e Bank of Nanjing (CNE100000627) il 10%. Ancora male il settore delle assicurazioni. Ping An Insurance (CNE1000003X6) ha chiuso in calo dell'8,6% e China Life (CN0003580601) del 4,5%. Il forte aumento del prezzo del petrolio ha penalizzato i titoli delle linee aeree. Air China (CNE1000001S0) ha perso il 4,7%, China Eastern Airlines (CN0009051771) il 5,7% e China Southern Airlines (CN0009084145) il 6,2%. Il future sul Crude con scadenza ottobre ha guadagnato ieri a New York il 6,6%. Nel settore dell'industria alimentare ancora una seduta negativa per Bright Dairy & Food (CNE000001C99) e Inner Mongolia Yili Industrial (CN0005814545). Sui titoli dei due produttori di latticini ha pesato anche oggi lo scandalo del latte in polvere contaminato. Bright Dairy & Food ha perso il 3,6% e Inner Mongolia Yili Industrial il 10%. In gran spolvero gli auriferi. Zijin Mining (CNE100000502) ha guadagnato il 7,1%, Shandong Gold Mining (CNE000001FR7) il 10% e Zhongjin Gold (CNE000001FM8) il 10%. Il prezzo dell'oro è esploso ieri a New York del 9% (per ulteriori dettagli clicca qui).
L'Hang Seng ad Hong Kong ha chiuso invariato a 17.632,46 punti. Il rimbalzo intraday del listino della città costiera è stato ancora più spettacolare di quello dello Shanghai Composite. L'Hang Seng aveva chiuso infatti la seduta mattutina in calo di quasi il 7,5%. In luce il settore delle telecomunicazioni. China Unicom (HK0762009410) ha guadagnato il 10,8%, China Netcom (HK0906028292) il 6,8% e China Mobile (HK0941009539) il 4,3%. Gli azionisti di China Unicom hanno approvato ieri l'acquisizione di China Netcom. L'operazione rappresenta un'importante tappa nel processo di riorganizzazione del mercato cinese delle telecomunicazioni. La maggior parte dei bancari ha chiuso in calo. HSBC (GB0005405286) ha perso lo 0,2%, Hang Seng Bank (HK0011000095) il 2,8% e China Construction Bank (CN000A0HF1W3) lo 0,6%. o 0,8%. Il titolo di Bank of East Asia (HK0023000190) è stato sospeso dalle contrattazioni quando perdeva il 6,6%. Bank of East Asia ha annunciato che dovrà rivedere al ribasso il suo utile prima delle tasse per il primo semestre a causa di una rettifica nella valutazione di alcuni suoi derivati. Nel settore immobiliare, che era stato sommerso dalle vendite durante le scorse sedute, Sun Hung Kai Properties (HK0016000132) ha guadagnato l'1,2% e Sino Land (HK0083000502) il 2,3%. Cheung Kong Holdings (HK0001000014) e Henderson Land (HK0012000102) hanno perso invece rispettivamente il 3,1% e lo 0,5%. Aluminum Corporation of China (CNE1000001T8) ha beneficiato dell'aumento dei prezzi dei principali metalli ed ha guadagnato il 3,3%.
Tra gli altri listini della regione l'S&P/ASX 200 a Sydney ha perso il 2,4%, il Kospi a Seul il 2,3% e il Taiwan Weighted a Taipei il 2,7%. Lo Straits Times a Singapore ha chiuso invariato.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro