La Borsa di Tokyo chiude di nuovo in forte ribasso

Il Nikkei ha perso il 3% ed il Topix il 2,2%. Intraday il Nikkei è sceso al di sotto di quota 10.000 punti per la prima volta dal dicembre del 2003.

CONDIVIDI
La Borsa di Tokyo ha chiuso anche oggi in forte ribasso. Il Nikkei ha perso il 3% a 10.155,90 punti ed il Topix il 2,2% a 977,61 punti. Come su tutte le piazze finanziarie mondiali anche a Tokyo la seduta è stata drammatica. Intraday il Nikkei è sceso al di sotto di quota 10.000 punti per la prima volta dal dicembre del 2003. L'indice giapponese ha potuto però ridurre notevolmente le loro perdite alla notizia del taglio dei tassi d'interessi effettuato dalla Banca Centrale Australiana (per ulteriori dettagli clicca qui). Soprattutto i bancari hanno potuto recuperare terreno dai loro minimi della seduta. Mizuho Financial Group (JP3885780001) ha perso il 2,7% Sumitomo Mitsui Financial Group (JP3890350006) l'1,3% e Resona (JP3500610005) lo 0,4%. Mitsubishi UFJ Financial (JP3902900004) ha chiuso in rialzo dello 0,6%. La solidità dello yen ed i timori relativi alle prospettive dell'economia mondiale hanno pesato sugli esportatori. Toyota (JP3633400001) ha perso il 4,9%, Honda (JP3854600008) il 5%, Canon (JP3242800005) il 4,1%, Panasonic (JP3866800000) l'1,3% e Sony (JP3435000009) il 3,2%. Sharp (JP3359600008) ha chiuso in calo del 9,3% Il gigante dell'elettronica di consumo ha tagliato le stime sul suo utile operativo per l'intero esercizio a causa del rallentamento della domanda domestica di cellulari. Nel settore petrolifero Nippon Oil (JP3679700009) ha perso il 5,4% e Inpex (JP3294430008) il 2%. Il prezzo del petrolio ha chiuso ieri al NYMEX in calo del 6,5%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption