La Borsa di Tokyo riduce le sue perdite in chiusura

Il Nikkei ha perso il 2,5% a 8.460,98 punti ed il Topix il 2% a 871,70 punti.

CONDIVIDI
La Borsa di Tokyo ha chiuso anche oggi in ribasso. Il Nikkei ha perso il 2,5% a 8.460,98 punti ed il Topix il 2% a 871,70 punti. Verso la fine delle contrattazioni i due indici hanno potuto ridurre notevolmente le loro perdite. Secondo quanto riporta il "Wall Street Journal" il Governo statunitense potrebbe lanciare un pacchetto d'aiuti da $40 miliardi per evitare i pignoramenti di case. Ancora male gli esportatori Toyota (JP3633400001) ha perso il 3,1%, Honda (JP3854600008) il 6,6%, Canon (JP3242800005) il 6,2%, Panasonic (JP3866800000) l'1,4% e Sony (JP3435000009) il 6,3%. Lo yen è salito oggi in Asia rispetto al dollaro ai suoi più alti livelli degli ultimi sette mesi. Rispetto all'euro la valuta giapponese è salita ai suoi massimi degli ultimi sei anni. Il Governo giapponese ha inoltre comunicato oggi che le esportazioni sono aumentate lo scorso mese dell'1,5%. Gli economisti avevano previsto in media un aumento di circa il 5%. Il forte calo dei prezzi delle commodities ha fatto andare a picco i titoli delle grandi holdings commerciali. Mitsui & Co. (JP3893600001) ha chiuso in calo del 4,1%, Mitsubishi Corp. (JP3898400001) del 5%, Sumitomo Corp. (JP3404600003) del 4,2% e Itochu (JP3143600009) del 4,5%. Il settore delle utilities ha beneficiato del suo carattere difensivo. Tokyo Electric Power (JP3585800000) ha guadagnato il 2,6%, Kansai Electric (JP3228600007) il 3,4% e Chubu Electric (JP3526600006) il 4%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption