Borse Asia-Pacifico: Shanghai perde nel 2008 il 65,4%, Hong Kong il 48,3%

Sydney ha perso quest'anno il 41,3%, Seul il 40,8%, Taipei il 46% e Singapore il 49,2%.

CONDIVIDI
Il 2008 è stato un anno terribile anche per le borse della regione Asia-Pacifico. Lo Shanghai Composite ha lasciato quest'anno sul terreno il 65,4% del suo valore. La crisi a livello mondiale ha accelerato il rallentamento dell'economia cinese. Lo scorso trimestre il PIL della Cina è aumentato di "solo" il 9%. Si è trattato del più modesto incremento degli ultimi cinque anni. A novembre la produzione industriale ha registrato in Cina la sua più moderata crescita dal 1999. La Cina ha annunciato perciò un mega-piano d'investimenti da CNY 4 bilioni (circa €460 miliardi) per rilanciare l'economia. La People Bank's of China ha tagliato inoltre negli ultimi tre mesi cinque volte i suoi tassi d'interesse.
Tra gli altri principali indici della regione l'Hang Seng di Hong Kong ha perso quest'anno il 48,3%, l'australiano S&P/ASX 200 il 41,3%, il coreano Kospi il 40,8%, il taiwanese Taiwan Weighted il 46% e lo Straits Times di Singapore il 49,2%.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro