Borsa di Tokyo affonda, pesano Cina e Grecia

Borsa di Tokyo affonda, pesano Cina e Grecia
Il Nikkei ha chiuso in deciso ribasso. © Shutterstock

Il Nikkei ha perso il 3,1% a 19.737,64 punti e il Topix il 3,3% a 1.582,48 punti. Forti vendite sui bancari. Crolla Mixi.

CONDIVIDI

La Borsa di Tokyo ha chiuso oggi in deciso ribasso. Il Nikkei ha perso il 3,1% a 19.737,64 punti e il Topix il 3,3% a 1.582,48 punti.

L'UE ha posto un ultimatum alla Grecia. Atene ha tempo fino a domenica per trovare un accordo, altrimenti uscirà dall'euro. La cancelliera tedesca Angela Merkel ha dichiarato di non essere "particolarmente ottimista".

A pesare sono state inoltre le nuove turbolenze sui mercati azionari della Cina. La Borsa di Shanghai è arrivata a perdere oggi fino all'8%. Gli investitori temono che il sell-off possa avere un impatto negativo sulla seconda economia mondiale.

I titoli del settore finanziario sono andati a picco. Tra i bancari i Mitsubishi UFJ Financial (JP3902900004) ha perso il 4,5%, Sumitomo Mitsui Financial Group (JP3890350006) il 4,2% e Mizuho Financial Group (JP3885780001) il 4,6%. Tra gli assicurativi T&D (JP3539220008) ha perso il 5,1%, Tokio Marine Holdings (JP3910660004) il 4,6% e Dai-ichi Life (JP3476480003) il 5,9%.

Nel settore minerario Sumitomo Metal Mining (JP3402600005) ha perso il 5,4% e Mitsubishi Materials (JP3903000002) il 4,6%. Il prezzo del rame ha chiuso ieri a New York ai minimi da sei anni.

Aeon (JP3388200002) ha perso il 2,2%. Secondo delle indiscrezioni il maggiore gruppo retail del Giappone potrebbe acquistare le attività di Tesco (GB0008847096) in Malesia. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Mixi (JP3882750007) ha perso l'8,5%. Il social network nipponico ha annunciato un aumento di capitale.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption