Borsainside.com

La Cina riduce gli obiettivi di crescita e aumenta la spesa pubblica

La Cina riduce gli obiettivi di crescita e aumenta la spesa pubblica
L'economia cinese rallenterà ulteriormente. © Shutterstock

Pechino prevede per il 2016 un aumento del PIL tra il 6,5% e il 7%.

La Cina ha ridotto i suoi obiettivi di crescita. Pechino prevede per il 2016 un aumento del PIL tra il 6,5% e il 7%. Si tratta del più basso obiettivo di crescita dalla fine degli anni Settanta, ovvero da quando la Cina ha iniziato ad aprirsi al resto del mondo.




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Davanti al Congresso nazionale del popolo il premier Li Keqiang ha ammesso che l’economia del Paese deve affrontare alcune difficili sfide come il calo della domanda e degli investimenti a livello globale e la volatilità dei mercati finanziari. “Dobbiamo essere pronti per una dura battaglia”, ha sottolineato.

Per il 2015 il governo cinese aveva fissato un obiettivo di crescita del 7%, poi risultato in un +6,9%. Le crescenti difficoltà dell’economia hanno causato delle gravi turbolenze sulle borse domestiche. La Banca centrale è perciò intervenuta tagliando più volte i suoi tassi d'interesse e svalutando lo yuan.

Per sostenere la crescita la Cina incrementerà la spesa pubblica. Per il 2016 si stima un deficit di 2.180 miliardi di yuan pari al 3% del PIL, in aumento rispetto al 2,3% del 2015 e ai massimi livelli da decenni. Li ha inoltre annunciato che il tasso di disoccupazione sarà tenuto stabile intorno al 4,5% nelle città, creando oltre 10 milioni di posti di lavoro. L’obiettivo per il tasso d’inflazione è stato fissato al 3%, lo stesso del 2015.

IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS