Borsa di Tokyo: Chiusura negativa, male i minerari ed i petroliferi

Il Nikkei ha perso l'1,5% a 9.716,65 punti e il Topix l'1% a 849,34 punti.

CONDIVIDI
La Borsa di Tokyo ha chiuso anche oggi in netto ribasso. Il Nikkei ha perso l'1,5% a 9.716,65 punti e il Topix l'1% a 849,34 punti. Sul mercato azionario giapponese hanno pesato le forti perdite dei titoli dei produttori di materie prime. Nel settore minerario Sumitomo Metal Mining (JP3402600005) ha perso il 3,1%, Mitsui Mining & Smelting (JP3888400003) l'1,4% e Mitsubishi Materials (JP3903000002) il 3,3%. Il prezzo dell'oro ha chiuso ieri a New York in ribasso dell'1% quello dell'argento del 7,7% e quello del rame del 3,2%. Tra i petroliferi Cosmo Oil (JP3298600002) ha perso l'1,4% e Inpex (JP3294430008) il 3,6%. Il prezzo del petrolio ha perso ieri a New York il 5,5%.
Takeda (JP3463000004) ha perso l'1,4%. Secondo delle voci di stampa l'impresa farmaceutica giapponese potrebbe acquistare la svizzera Nycomed per $14,2 miliardi.
Toyota (JP3633400001) ha guadagnato il 3,1%. Il costruttore di automobili ha indicato ieri che la sua produzione inizierà a tornare ai suoi normali livelli due mesi prima del previsto.
Hitachi (JP3788600009) ha chiuso in rialzo del 2,4%. Il conglomerato ha quadruplicato il suo utile netto nel quarto trimestre dello scorso esercizio.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption