Borsa di Tokyo positiva, il Nikkei chiude ai massimi da sei settimane

L'indice giapponese ha guadagnato l'1,5%. Forti acquisti sui bancari e sugli esportatori. Nuovo crollo di Olympus.

CONDIVIDI
La Borsa di Tokyo ha chiuso oggi in forte rialzo. Il Nikkei ha guadagnato l'1,5% a 8.879,60 punti e il Topix l'1,8% a 761,88 punti. Era da sei settimane che il Nikkei non chiudeva a tali livelli. I mercati sono diventati più ottimisti su una soluzione della crisi del debito. I paesi del G20 hanno fortemente aumentato la pressione sui loro partner europei. Wolfgang Schäuble, il Ministro delle Finanze della Germania, ha assicurato che prima del vertice del 3 e 4 novembre a Cannes saranno prese delle misure volte a risolvere definitivamente la crisi. Tra i bancari Mitsubishi UFJ Financial (JP3902900004) ha chiuso in rialzo dell'1,8%, Sumitomo Mitsui Financial Group (JP3890350006) del 2,8% e Mizuho Financial Group (JP3885780001) del 2,8%. Tra gli esportatori Toyota (JP3633400001) ha guadagnato il 2,9%, Honda (JP3854600008) il 3,6%, Panasonic (JP3866800000) il 2,8% e Sony (JP3435000009) il 5%. Le vendite al dettaglio hanno registrato a settembre negli USA, il principale partner commerciale del Giappone, la più forte crescita da sette mesi.
Olympus (JP3201200007) ha perso un ulteriore 24%. Michael Woodford, l'ex amministratore delegato del gigante dei prodotti ottico-digitali, ha dichiarato in un'intervista al "Financial Times" di essere stato licenziato per aver indagato su dei pagamenti relativi a delle acquisizioni effettuate dal gruppo prima che lui raggiungesse il suo board.
Tra i petroliferi Cosmo Oil (JP3298600002) ha guadagnato il 4% e Inpex (JP3294430008) il 2,9%. Il prezzo del petrolio ha chiuso venerdì scorso a New York ai massimi da tre settimane.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption