Borse Asia-Pacifico: Chiusura contrastata, in ripresa Hong Kong

Dopo il crollo di ieri l'Hang Seng ha guadagnato l'1,3%. Shanghai ha perso lo 0,3%.

CONDIVIDI
Le principali borse della regione Asia-Pacifico hanno chiuso oggi contrastate.

Lo Shanghai Composite ha perso lo 0,3% a 2.377,51 punti. Sul mercato azionario cinese hanno pesato anche oggi i timori legati al rallentamento dell'economia. Gli investimenti diretti esteri in Cina hanno registrato a settembre la più bassa crescita da tre mesi. Il settore immobiliare è stato ancora debole. China Vanke (CN0008879206) ha perso l'1,3%, Poly Real Estate (CN000A0KE8T0) il 2,5% e Gemdale (CNE000001790) il 2,2%. Gli investitori si attendono un significativo calo dei prezzi delle case in Cina. Male anche i minerari. Yunnan Copper (CNE000000W13) ha perso l'1,3% e Zijin Mining (CNE100000502) l'1,2%. La maggior parte dei bancari ha chiuso in rialzo. Industrial and Commercial Bank (CN000A0LB42) ha guadagnato lo 0,2%, Shanghai Pudong Development Bank (CN0009282731) lo 0,7% e Minsheng Banking Corp (CN0005910772) lo 0,9%. Agricultural Bank of China (CNE100000Q43) ha perso l'1,2%.

L'Hang Seng ad Hong Kong ha chiuso in rialzo dell'1,3% a 18.309,20 punti. Secondo delle voci di stampa la Francia e la Germania avrebbero raggiunto un accordo per rafforzare il fondo salva-stati. La notizia ha fatto scattare delle ricoperture sulla piazza finanziaria della città costiera. Tra i titoli dell'Hang Seng HSBC (GB0005405286) ha guadagnato l'1,7%, Hutchison Whampoa (HK0013000119) il 2,8%, Cheung Kong Holdings (HK0001000014) l'1,5% e CNOOC (HK0883013259) l'1,1%.

Tra le altre borse della regione Asia-Pacifico l'S&P/ASX 200 a Sydney ha guadagnato lo 0,6% e il Kospi a Seul lo 0,9%. Il Taiex a Taipei ha perso lo 0,1% e il FTSE Straits Times a Singapore lo 0,2%.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption