Borse Asia-Pacifico: Seduta negativa per Shanghai e Sydney

Lo Shanghai Composite ha perso l'1,1%, la Borsa di Hong Kong è rimasta ferma.

CONDIVIDI
La maggior parte delle principali borse della regione Asia-Pacifico ha chiuso oggi in rialzo.

Lo Shanghai Composite ha perso l'1,1% a 2.365,30 punti. Il vice-premier cinese Li Keqiang ha dichiarato che la stabilizzazione dei prezzi resterà la priorità assoluta del governo. Gli investitori temono di conseguenza che la Cina possa prendere delle ulteriori misure restrittive per frenare l'inflazione. Il forte calo dei prezzi delle materie prime ha pesato sui minerari. Aluminum Corporation of China (CNE1000001T8) ha perso l'1,5%, Jiangxi Copper (CN0009070615) il 2,7% e Tongling Nonferrous Metals (CNE000000529) il 2,5%. Il settore immobiliare ha registrato una ripresa. China Vanke (CN0008879206) ha guadagnato l'1,4%, Poly Real Estate (CN000A0KE8T0) il 2,4% e Gemdale (CNE000001790) l'1%. I bancari hanno chiuso contrastati. Agricultural Bank of China (CNE100000Q43) ha perso lo 0,4% e Industrial and Commercial Bank (CN000A0LB42) lo 0,3%. Minsheng Banking Corp (CN0005910772) ha guadagnato lo 0,6% e China Merchants Bank (CN000A0KFDV9) lo 0,5%.

Tra le altre borse della regione Asia-Pacifico l'S&P/ASX 200 a Sydney ha perso lo 0,8%, il Taiex a Taipei ha guadagnato lo 0,5%, il Kospi a Seul il 2,7% e il FTSE Straits Times a Singapore lo 0,3%. La Borsa di Hong Kong è rimasta ferma a causa del tifone Nesat che ha colpito l'area della città costiera.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro