La Borsa di Tokyo affonda sulla scia di Wall Street

Il Nikkei ha perso il 3,8% e il Topix il 3,5%. Pioggia di vendite sugli esportatori.

CONDIVIDI
La Borsa di Tokyo è andata oggi a picco. Il Nikkei ha perso il 3,8% a 9.520,80 punti e il Topix il 3,5% a 859,21 punti. Lo scorso mese sono stati creati negli USA, il principale partner commerciale del Paese del Sol Levante, meno posti di lavoro di quanto atteso dagli economisti. Anche sul mercato azionario giapponese hanno pesato inoltre i nuovi timori relativi alla crisi del debito sovrano in Europa. Tra i bancari Mitsubishi UFJ Financial (JP3902900004) ha perso il 3,8%, Mizuho Financial Group (JP3885780001) il 3,6% e Sumitomo Mitsui Financial Group (JP3890350006) il 3,5%. Tra gli esoportatori Toyota (JP3633400001) ha chiuso in calo del 4%, Honda (JP3854600008) del 4,6%, Canon (JP3242800005) del 5,3%, Panasonic (JP3866800000) del 3,9% e Sony (JP3435000009) del 4,8%. Lo yen è salito oggi rispetto all'euro ai suoi più alti livelli dal novembre del 2001. La valuta nipponica si è apprezzata inoltre anche rispetto al dollaro.
Hitachi (JP3788600009) ha perso il 7%. Secondo delle voci di stampa il conglomerato potrebbe perdere una commessa miliardaria nel Regno Unito. Il nuovo Governo britannico avrebbe infatti l'intenzione di cancellare il contratto relativo al rinnovo delle carrozze dei treni per tagliare le spese.
Tra i titoli delle grandi holdings commerciali Mitsui & Co. (JP3893600001) ha perso il 2,1%, Mitsubishi Corp. (JP3898400001) il 5,4%, Sumitomo Corp. (JP3404600003) il 4,9% e Itochu (JP3143600009) il 3,8%. Il prezzo del petrolio è sceso oggi nelle contrattazioni elettroniche al di sotto di $70.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption