La Borsa di Tokyo chiude di nuovo in calo, pesa l'apprezzamento dello yen

Il Nikkei ha chiuso al di sotto di 10.000 punti per la prima volta dallo scorso 10 dicembre.

CONDIVIDI
La Borsa di Tokyo ha chiuso oggi per la terza seduta di fila in ribasso. Il Nikkei ha perso l'1,1% a 9.951,82 punti ed il Topix l'1% a 883,01 punti. Era dallo scorso 10 dicembre che il Nikkei non chiudeva al di sotto della soglia dei 10.000 punti. Tra gli esportatori Toyota (JP3633400001) ha perso l'1,1%, Honda (JP3854600008) il 2,1%, Canon (JP3242800005) l'1,5% e Sony (JP3435000009) il 3,6%. Lo yen è salito oggi in Asia rispetto all'euro ai suoi più alti livelli da circa un anno. Panasonic (JP3866800000) ha chiuso in calo del 5,3%. Il leader mondiale dell'elettronica di consumo ha generato lo scorso trimestre un utile di ¥32,3 miliardi. Gli analisti avevano atteso ¥46,5 miliardi. UBS ha declassato oggi il titolo da "Buy" a "Neutral".
Casio
(JP3209000003) ha perso il 5,3%. Il primo produttore al mondo di orologi digitali ha tagliato le sue stime per l'intero esercizio. Casio si attende ora una perdita di ¥22 miliardi. In precedenza Casio aveva previsto una perdita di ¥7 miliardi.
Kirin Holdings (JP3258000003) ha perso il 7,3%. Il secondo produttore giapponese di birra ha annunciato di aver messo fine alle trattative di fusione con Suntory a causa di divergenze sulla governance.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption