La Borsa di Tokyo chiude in forte ribasso

Il Nikkei ha perso il 2,6% ed il Topix l'1,6%. Male gli esportatori ed i titoli dei produttori di materie prime. Crolla Shin-Etsu Chemical.

CONDIVIDI
La Borsa di Tokyo ha chiuso oggi in forte ribasso. Il Nikkei ha perso il 2,6% a 10.590,55 punti ed il Topix l'1,6% a 940,94 punti. Tra gli esportatori Toyota (JP3633400001) ha perso il 3,2%, Honda (JP3854600008) il 2,4%, Canon (JP3242800005) lo 0,8%, Panasonic (JP3866800000) l'1,4% e Sony (JP3435000009) l'1,3%. Lo yen è salito oggi in Asia rispetto al dollaro ai suoi più alti livelli da più di un mese.
I timori legati ad una possibile stretta monetaria in Cina hanno pesato sui titoli dei produttori di macchine per l'industria. Komatsu (JP3304200003) ha perso il 2,6%, Fanuc (JP3802400006) il 3,2% e Hitachi Construction Machinery (JP3787000003) il 2,6%.
Shin-Etsu Chemical (JP3371200001) ha perso il 6%. Il primo produttore al mondo di wafer di silicio ha registrato lo scorso trimestre un calo del suo utile netto del 44% ed annunciato di attendersi per l'intero esercizio un declino del suo utile operativo del 51,5%.
Tra i minerari Sumitomo Metal Mining (JP3402600005) ha perso il 3,5%, Mitsui Mining & Smelting (JP3888400003) il 3,4% e Mitsubishi Materials (JP3903000002) il 3,5%. Il prezzo dell'oro ha perso ieri a New York lo 0,8% e quello del rame l'1,8%. Nel settore petrolifero Nippon Oil (JP3679700009) ha perso il 3,2%, Cosmo Oil (JP3298600002) l'1,9% e Inpex (JP3294430008) il 4,2%. Il prezzo del petrolio ha chiuso ieri al NYMEX in calo del 2,1%.
Le proposte avanzate ieri dal Presidente degli USA Barack Obama per limitare le dimensioni e le attività delle banche hanno penalizzato solo temporaneamente il settore bancario giapponese. Mitsubishi UFJ Financial (JP3902900004) ha guadagnato lo 0,2% e Mizuho Financial Group (JP3885780001) l'1,1%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption