La Borsa di Tokyo chiude in forte ribasso, male gli esportatori, crolla KDDI

Il Nikkei ha perso l'1,8% a 10.325,28 punti ed il Topix il 2% a 916,40 punti.

CONDIVIDI
La Borsa di Tokyo ha chiuso oggi per la terza seduta di fila in ribasso. Il Nikkei ha perso l'1,8% a 10.325,28 punti ed il Topix il 2% a 916,40 punti. Secondo quanto riporta Reuters la Cina avrebbe chiesto a due delle sue principali banche un aumento addizionale dello 0,5% delle loro riserve obbligatorie. L'agenzia stampa Dow Jones riporta da parte sua che le due banche in questione avrebbero congelato la concessione di prestiti per il resto di gennaio. I timori legati alla stretta monetaria in Cina hanno spinto lo yen. Il dollaro è sceso al di sotto della soglia dei ¥90. Tra gli esportatori Toyota (JP3633400001) ha perso il 2,5%, Honda (JP3854600008) il 2,7%,Canon (JP3242800005) l'1,6%, Panasonic (JP3866800000) il 5,3% e Sony (JP3435000009) il 4,8%.
Tra i bancari Mitsubishi UFJ Financial (JP3902900004) ha perso il 3,1% e Mizuho Financial Group (JP3885780001) l'1,7%.
Il calo dei prezzi delle materie prime ha penalizzato anche oggi i titoli delle grandi holdings commerciali. Mitsui & Co. (JP3893600001) ha perso lol 2,6% e Mitsubishi Corp. (JP3898400001) l'1,5%.
KDDI (JP3496400007) ha chiuso in ribasso dell'8,6%. Il secondo operatore giapponese di telefonia mobile ha ridotto gli obiettivi per il suo utile netto per l'intero esercizio ed annunciato l'acquisto per $4 miliardi della partecipazione di Liberty Global (US5305551013) nell'operatore televisivo via cavo Jupiter Telecommunications.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro