La Borsa di Tokyo crolla dopo il terremoto del secolo

Il Nikkei ha perso il 6,2% a 9.620,49 punti ed il Topix il 7,5% a 846,96 punti.

CONDIVIDI
Il terribile terremoto che ha sconvolto il Nord-Est del Giappone ha fatto scattare oggi una pioggia di vendite sulla Borsa di Tokyo. Il Nikkei ha perso il 6,2% a 9.620,49 punti ed il Topix il 7,5% a 846,96 punti. Il portavoce del governo giapponese Yukio Edano ha dichiarato che il sisma avrà delle conseguenze considerevoli sulle attività di numerosi settori. Secondo Edano l'impatto economico della catastrofe supererà i ¥20 mila miliardi dei danni sostenuti dopo il terremoto di Kobe. Nel settore delle assicurazioni Tokio Marine Holdings (JP3910660004) ha perso il 12,4%, MS&AD Insurance (JP3890310000) il 9,1% e NKSJ Holdings (JP3165000005) l'11,6%. Secondo le prime stime di alcuni analisti i costi causati dal sisma per le imprese assicurative potrebbero raggiungere ¥3 mila miliardi.
Tokyo Electric Power (JP3585800000), il colosso giapponese delle utilities che gestisce la centrale nucleare di Fukushima, in cui c'è stata dopo il terremoto un'esplosione, ha perso il 23,6%.
Toshiba (JP3592200004), che costruisce reattori nucleari, ha chiuso in ribasso del 16,3%.
Nel settore dell'auto Toyota (JP3633400001) ha perso il 7,9%, Honda (JP3854600008) il 6,5%, Nissan (JP3672400003) il 9,5% e Mazda Motor (JP3868400007) il 10%. I produttori giapponesi di automobili hanno fermato la produzione in molti impianti a causa dei danni causati dal terremoto.
Nel settore delle costruzioni, che dovrebbe beneficiare dell'enorme processo di ricostruzione che sarà necessario in Giappone, Obayashi (JP3190000004) ha guadagnato il 10,6%, Shimizu (JP3358800005) l'11%, Taisei (JP3443600006) il 19,9% e Kajima (JP3210200006) il 22,2%.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption