La Cina abbassa il suo obiettivo di crescita economica

Pechino prevede per il 2012 un aumento del PIL del 7,5%.

CONDIVIDI

La Cina ha abbassato per la prima volta da sette anni il suo obiettivo di crescita economica. Il Premier Wen Jiabao ha annunciato, all'apertura della sessione annuale del Congresso del Popolo, che il Governo cinese prevede per il 2012 un aumento del PIL del 7,5%. L'obiettivo di crescita era sempre stato per gli anni 2004 - 2011 dell'8%. Per quanto riguarda l'inflazione Wen ha fissato un obiettivo del 4%, invariato rispetto a quello del 2011. Il deficit budgetario dovrebbe ammontare a CNY 800 miliardi, pari all'1,5% del PIL. Wen ha dichiarato che l'ambizione del Governo è promuovere uno sviluppo economico continuo e sostenuto, di preservare la stabilità dei prezzi e di prevenire i rischi finanziari mantenendo la massa monetaria e l'offerta di credito ad un livello adeguato. Wen si è impegnato inoltre a frenare la speculazione immobiliare, a garantire la stabilità dello yuan e a risolvere il problema dell'indebitamento dei governi locali.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption