rumors: aol nelle mire di yahoo! e microsoft?

CONDIVIDI
Nonostante il forte rialzo del prezzo del petrolio la borsa di Mosca ha chiuso oggi in ribasso. L'indice RTS-Interfax ha perso lo 0,5% a 633,05 punti. Dopo il crollo di ieri in seguito alle dichiarazioni del Ministro delle Finanze Alexej Kudrin è continuata anche oggi la caduta di Yukos (ISIN: US98849W1080): -1,7% a $10,14. Male anche Sibneft (ISIN: US8257311022) -4,3%. Bene invece LUKoil (ISIN: US6778621044) +2,6% e Surgutneftegas (ISIN: US8688612048) +1,1%. In calo Norilsk Nickel (ISIN: US46626D1081) -2,3% a $61,55. Il gigante dei metalli ha comunicato che nei primi tre mesi del 2004 i suoi utili sono aumentati secondo i principi contabili RAS dell'82% rispetto al primo trimestre 2003. Le turbolenze suoi mercati delle materie prime degli ultimi giorni hanno però fatto passare quasi inosservata la notizia. Gli investitori guardano infatti al futuro. Nei prossimi trimestri la crescita di Norilsk potrebbe venire sensibilmente ridotta in caso i prezzi di molti metalli continuassero a scendere.
Forti perdite a Budapest dove il BUX ha registrato una limatura del 2,13% a 10916,36 punti. Male Gedeon Richter (ISIN: HU0000067624) -4,3% e MOL (ISIN: HU0000068952) -1%.
Meno gravi le perdite a Praga dove il PX50 ha chiuso in ribasso dello 0,67% a 789,10 punti.
A Varsavia il WIG ha perso lo 0,8% a 23919,36 punti. Giornata negativa per i titoli IT: Softbank (ISIN: PLSOFTB00016) -4,5% e Prokom Software (ISIN: PLPROKM00013) -2,3%. In ripresa invece Bank Pekao (ISIN: PLPEKAO00016) +1,2 a PLN 122,5.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro