semiconduttori: commenti positivi su intel e micron technology

Borsainside.com Europa dell'Est: Tutte le principali borse chiudono in rosso MERCATI EMERGENTI europa dell'est: tutte le principali borse chiudono in rosso 25.05.2004

Giornata negativa per le principali borse dell'Europa dell'Est che hanno chiuso oggi tutte in terreno negativo.
Il ribasso del prezzo del petrolio ha pesato sulla borsa di Mosca dove l'indice RTS-Interfax ha perso il 2,1% a 619,08 punti. Male tutte le più importanti blue chips: Yukos (ISIN: US98849W1080) -3,2%, LUKoil (ISIN: US6778621044) -2,4%, Surgutneftegas (ISIN: US8688612048) -4,9% e Norilsk Nickel (ISIN: US46626D1081) -3,5%.
A Budapest il BUX ha chiuso in ribasso dell'1,4% a 11098,63 punti. MOL (ISIN: HU0000068952) ha perso l'1,8%, Matav (ISIN: HU0000016522) il 3,5%. Continua invece la corsa al rialzo di Gedeon Richter (ISIN: HU0000067624) +1,5% a HUF 20550. Il titolo ha beneficiato oggi di una sentenza del tribunale di Budapest che ha giudicato anticostituzionale la riduzione dei prezzi dei farmaci da parte dello stato ungherese.
Il PX50 ha registrato a Praga una limatura dello 0,4% a 759,7 punti. Tra i titoli che hanno sofferto di più Ceské Radiokommunikace (ISIN: CZ0009054607) -3,4% e Cesky Telecom (ISIN: CZ0009093209) -1,5%.
Il WIG ha perso a Varsavia l'1,5% a 22891,66 punti. Tra le poche blue chips che sono riuscite a resistere al trend negativo Bre Bank (ISIN: PLBRE0000012) +0,9% a KPN 105.




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato