Borse dell'Europa dell'Est: Si ferma la corsa di Budapest

CONDIVIDI
Tra le principali borse dell'Europa dell'Est solo Budapest ha chiuso oggi in terreno negativo. Mosca, Praga e Varsavia hanno registrato dei leggeri rialzi. Dopo una serie di record storici il BUX a Budapest ha frenato oggi la sua corsa. Il maggiore indice di borsa ungherese ha perso lo 0,5% a 12232,47 punti. Alcuni investitori hanno preso i profitti sulle blue chips del listino dopo il rally dei giorni scorsi. I volumi di scambio sono stati molto bassi. Gedeon Richter (HU0000067624) ha registrato una limatura dello 0,8% a HUF 22500. MOL (HU0000068952) e Orszagos Takar Bank (HU0000061726) hanno perso rispettivamente lo 0,6% e lo 0,7%. Anche oggi i drammatici avvenimenti in Ossezia non hanno scosso più di tanto gli investitori a Mosca. L'indice RTS-Interfax a Mosca ha guadagnato lo 0,4% a 589,24 punti. Tra i titoli principali LUKoil (US6778621044) ha perso lo 0,2%. Yukos (US98849W1080) ha chiuso invece in rialzo dell'1,5% a $4,03. Bene anche oggi Gazprom (US3682872078) che a San Pietroburgo ha guadagnato l'1,3% a RUB 59,15. A Praga il PX50 ha guadagnato lo 0,3% a 819,10 punti.

Leggero rialzo anche per il WIG a Varsavia: +0,2% a 24412,73 punti.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption