Borse dell'Europa dell'Est: Bene Mosca, sale Yukos

CONDIVIDI
Tra le principali borse dell'Europa dell'Est solo Mosca ha chiuso oggi in terreno positivo. Leggeri ribassi per Budapest e Varsavia, mentre Praga è rimasta stabile.

L'indice RTS-Interfax ha guadagnato a Mosca lo 0,7% a 600,41 punti. Oggi i volumi di scambio sono stati più alti che nelle sedute precedenti. Il listino è stato sostenuto dal buon rialzo di Yukos (US98849W1080): +5,5% a $4,08. Il Presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato in occasione di un incontro con dei politologi occidentali che Yukos deve pagare i suoi debiti con il fisco ma che il Governo non avrebbe nessun interesse alla bancarotta dell'impresa. Questa dichiarazione ha ridato un po' di fiducia agli investitori a Mosca. Yukos ha inoltre comunicato di voler vendere alcune sue unità e cedere la partecipazione in Sibneft (US8257311022). Il titolo di quest'ultima ha chiuso in rialzo del 5,4% a $2,90. Bene anche LUKoil (US6778621044): +1,5% a $29,70. Male invece Gazprom (US3682872078) che a San Pietroburgo ha perso lo 0,7% a RUB 58,57. Leggero ribasso per il BUX a Budapest: -0,1% a 11996 punti. Ancora male oggi Orszagos Takar Bank (HU0000061726), titolo della maggiore banca ungherese, che ha perso l'1,2% a HUF 4350. Il PX50 è rimasto stabile a Praga a 837,6 punti. Il WIG a Varsavia ha perso lo 0,5% a 24829,52 punti.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption