Borse dell'Europa dell'Est: Yukos affonda Mosca

CONDIVIDI
Tutte le principali borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi in ribasso.

L'indice RTS-Interfax a Mosca ha perso il 3,4% a 667,24 punti. I volumi di scambio sono stati alti. Il ministero della Giustizia russo ha annunciato oggi che venderà una parte di Juganskneftegas, la principale unità produttiva di Yukos (US98849W1080), perchè il gigante del petrolio sarebbe in ritardo con il pagamento delle tasse arretrate pretese dal fisco. Il debito di Yukos ammonterebbe ancora a $3,73 miliardi, l'impresa avrebbe pagato però da settembre solo poco più di $10 milioni. Queste circostanze sarebbero per le autorità inaccettabili. Dresdner Kleinwort Wasserstein avrebbe valutato Juganskneftegas $10,4 miliardi. La notizia della vendita forzosa di una parte di Juganskneftegas ha fatto crollare il titolo di Yukos che però durante la seduta si è potuto riprendere sensibilmente. Yukos ha chiuso in ribasso del 4,5% a $4,98. Lo spettro della bancarotta e dello smantellamento di Yukos è tornato a girare sulla piazza finanziaria moscovita ed ha pesato fortemente sul sentiment degli investitori. Tra gli altri giganti del petrolio LUKoil (US6778621044) ha perso il 3,5% e Sibneft (US8257311022) il 2,1%. Dopo l'ottima performance delle scorse sedute male Norilsk Nickel (US46626D1081) che ha anche sofferto la limatura registrata dai prezzi di alcuni metalli. Il titolo del colosso minerario ha perso il 5,7% a $66. Male anche Gazprom (US3682872078) che a San Pietroburgo ha chiuso in ribasso del 2,3% a RUB 72,37.

Il BUX a Budapest ha perso lo 0,6% a 12907,48 punti.

Leggero ribasso per il PX50 a Praga: -0,3% a 899,10 punti.

Il WIG a Varsavia ha perso il 2,1% a 24949,89 punti.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro