Borsa dell'Europa dell'Est: Yukos pesa ancora su Mosca

Le principali borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso la settimana contrastate. In rialzo Budapest e Varsavia, in ribasso Mosca e Praga.

L'indice RTS-Interfax a Mosca ha perso lo 0,5% a 658,96 punti. Ancora un forte ribasso per Yukos (US98849W1080): -7,6% a $4,25. Sul titolo del gigante del petrolio ha pesato la notizia secondo la quale le autorità avrebbero l'intenzione di vendere la principale unità produttiva Juganskneftegas a soli $4 miliardi. Secondo quanto hanno riportato alcune agenzia di stampa nel tardo pomeriggio il Governo russo avrebbe però smentito la notizia e dichiarato di non aver ancora stabilito alcun prezzo di vendita per Juganskneftegas. LUKoil (US6778621044) ha guadagnato lo 0,2%. Ancora male Norilsk Nickel (US46626D1081) -2,3% a $61,25.
A San Pietroburgo Gazprom (US3682872078) ha perso l'1% a RUB 73,2.

Il BUX a Budapest ha guadagnato lo 0,2% a 12867,29 punti.

Male anche oggi il PX50 a Praga: -0,6% a 883,80 punti.

Il WIG a Varsavia ha registrato un aumento dello 0,5% a 24871,48 punti.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Inizia a fare trade con Avatrade X