Borse dell'Europa dell'Est: Vola Mosca, male Praga

CONDIVIDI
Tra le principali borse dell'Europa dell'Est Mosca, Budapest e Varsavia hanno chiuso anche oggi in rialzo, ancora una giornata negativa per Praga che ha registrato un forte ribasso.

Forte rialzo per l'indice RTS-Interfax a Mosca: +2,4% a 668,64 punti. I volumi di scambio sono stati alti. Il listino è stato sostenuto da acquisti speculativi su Yukos (US98849W1080) e dall'aumento dei prezzi di alcune materie prime. Yukos ha guadagnato il 5,4% a $3,70. Ieri l'agenzia di rating Fitch ha affermato di credere che Juganskneftegas verrà rilevata a fine novembre da Gazprom (US3682872078) insieme all'alleata tedesca E.ON (DE0007614406). Ciò vuol dire quindi che Fitch crede anche che il mercato russo sia aperto agli investitori internazionali. Una circostanza importante che ha fatto scattere oggi gli acquisti non solo su Yukos ma anche sugli altri titoli russi. LUKoil (US6778621044) ha guadagnato l'1,1%, Sibneft (US8257311022) il 7,2% e Norilsk Nickel (US46626D1081) il 5,2%.
A San Pietroburgo Gazprom ha chiuso in rialzo del'1,5% a RUB 79,55.

Il BUX a Budapest ha guadagnato1% e raggiunto un nuovo record storico a 13075,66 punti.Il PX50 a Praga ha perso l'1,5% a 892,90 punti. Sul listino ha pesato il forte ribasso diCesky Telecom (CZ0009093209) che ha perso il 5,2% a CZK 315.

Il WIG a Varsavia ha chiuso in rialzo dello 0,5% a 24949,49 punti.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro