Borse dell'Europa dell'Est: Mosca si riprende, Yukos no

CONDIVIDI
Mentre ieri Mosca era stata l'unica borsa a chiudere in ribasso, oggi la piazza finanziaria russa è stata tra le principali borse dell'Europa dell'Est l'unica a registrare un rialzo.

L'indice RTS-Interfax a Mosca ha guadagnato lo 0,5% a 657,69 punti. Dopo il crollo di ieri Yukos (US98849W1080) ha perso oggi il 10,8% a $2,95. Il management dell'impresa ha reagito alle nuove richieste di tasse arretrate da parte del fisco russo annunciando un'assemblea straordinaria per il prossimo 20 dicembre. Saranno gli azionisti a decidere se presentare istanza di fallimento o liquidare la società . Bene i titoli degli altri due colossi del petrolio LUKoil (US6778621044) e Surgutneftegas (US8688612048) che hanno guadagnato rispettivamente l'1,8% e l'1%.

Il BUX a Budapest ha perso l'1,1% a 13206 punti.

Il PX50 a Praga ha chiuso in leggero ribasso: -0,1% a 935,70 punti. Il WIG a Varsavia ha perso lo 0,8% a 25572,80 punti.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption