Nasdaq - Sotto la lente: BEA Systems

CONDIVIDI
Tutte le principali Borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi in rialzoL'indice RTS-Interfax a Mosca ha guadagnato lo 0,8% a 658,66 punti. Le autorità fiscali russe hanno smentito oggi di essere in procinto di richiedere pagamenti di tasse arretrate a tutte le compagnie del petrolio del paese. La notizia ha rassicurato gli investitori a Mosca che nei giorni scorsi erano stati molto prudenti in attesa di nuovi sviluppi sulle possibili richieste da parte del fisco russo. LUKoil (US6778621044) ha guadagnato lo 0,3%, Surgutneftegas (US8688612048) l'1,1% e Norilsk Nickel (US46626D1081) il 2,6%. Bene anche Gazprom (US3682872078) che a San Pietroburgo ha guadagnato l'1,9% a RUB 76,91.

Budapest resta nelle mani dei tori. Il BUX ha chiuso oggi in rialzo dell'1,4% e raggiunto un nuovo record storico a 16840,56 punti. I volumi di scambio sono stati molto alti. Gli operatori hanno parlato di forti acquisti da parte di investitori istituzionali occidentali. Forti rialzi per i titoli farmaceutici Gedeon Richter (HU0000067624) e Egis (HU0000053947). Il primo ha guadagnato il 5,3% il secondo il 7,1%. Entrambi i titoli hanno raggiunto nuovi record storici. Egis aveva presentato la scorsa settimana degli ottimi risultati di bilancio. In grande spolvero anche MOL (HU0000068952): +2,3% e nuovo massimo assoluto a HUF 13785. Dopo il balzo di ieri prese di beneficio oggi su Orszagos Takar Bank (HU0000061726): -1,1% a HUF 6615.

Il PX50 a Praga ha registrato un leggero rialzo dello 0,1% a 1142,40 punti. Continua la corsa di Unipetrol (CZ0009091500): +3,9% a CZK 133,31. Il WIG a Varsavia ha chiuso infine in rialzo dello 0,6% a 26964,64 punti. In evidenza PKN Orlen (PLPKN0000018): +2,3% a KPN 43,50.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro