Merck: Goldman Sachs resta prudente sul titolo

CONDIVIDI
Inizio di settimana molto positivo per le principali Borse dell'Europa dell'Est. Mosca, Budapest, Praga e Varsavia hanno registrato oggi tutte dei solidi rialzi.L'indice RTS-Interfax a Mosca ha guadagnato lo 0,8% a 674,62 punti. I titoli russi hanno beneficiato del nuovo aumento del prezzo del petrolio e dell'apprezzamento di alcuni metalli. LUKoil (US6778621044) ha guadagnato lo 0,8%, Surgutneftegas (US8688612048) lo 0,6%, Sibneft (US8257311022) l'1,4% e Norilsk Nickel (US46626D1081) l'1,2%. Gazprom (US3682872078) a San Pietroburgo ha chiuso con un leggero incremento dello 0,2% a RUB 77,40.

Anche questa volta la pausa del BUX a Budapest è stata di breve durata. Oggi il principale indice di borsa ungherese ha ripreso a correre ed ha raggiunto un nuovo record storico a 17589 punti (+1,3%). Tra i titoli principali il migliore è stato Matav (HU0000016522): +3,3% a HUF 930. Il PX50 a Praga ha chiuso in rialzo dell'1,2% a 1161,20 punti. Unipetrol (CZ0009091500) è esploso dell'8,7% a CZK 152,35 in seguito alla presentazione di ottimi risultati preliminari di bilancio.

Solido rialzo infine anche per il WIG a Varsavia: +1% a 28019,21 punti. Continua a salire PKN Orlen (PLPKN0000018): +2,9% a KPN 46.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption