Rumors: L'inchiesta su AIG coinvolge anche Warren Buffett

CONDIVIDI
Continua l'altalena delle principali Borse dell'Europa dell'Est. Ieri avevano dominato i ribassi, oggi la seduta è stata prevalentemente positiva. Solo Budapest ha registrato un leggero calo. Solidi rialzi per Mosca e Praga, mentre i guadagni di Varsavia sono stati più moderati. L'indice RTS-Interfax ha guadagnato a Mosca il 2,5% a 678,70 punti. Il listino è stato sostenuto dalle dichiarazioni del Presidente russo Putin su alcune riforme economico-finanziarie. Putin ha tra l'altro affermato che le restrizioni sul collocamento di titoli russi sulle Borse occidentali potrebbero venir revocate. Le parole di Putin hanno fatto tornare il buon umore sulla piazza finanziaria di Mosca. LUKoil (US6778621044) ha guadagnato il 2,6%, Surgutneftegas (US8688612048) il 3,5% e Norilsk Nickel (US46626D1081) il 4,7%. In ripresa anche Gazprom (US3682872078) a San Pietroburgo: +1,7% a RUB 81,90.

Il BUX a Budapest ha chiuso in ribasso dello 0,2% a 16749,30 punti. Il PX50 a Praga ha guadagnato il 2,2% a 1170,10 punti. In evidenza Philip Morris (CZ0008418869) e Unipetrol (CZ0009091500) che hanno guadagnato rispettivamente il 4,3% e il 5,2%. Il WIG a Varsavia ha registrato un rialzo dello 0,4% a 26908,71 punti. Tra i titoli principali il migliore è stato Telekomunikacja Polska (PLTLKPL00017): +5% a KPN 20,70. Si è trattato di una reazione tecnica dopo che il titolo della principale impresa polacca delle telecomunicazioni ha perso dall'inizio del mese circa il 10%.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro