Borse dell'Europa dell'Est: Budapest non si ferma

CONDIVIDI
Tra le principali Borse dell'Europa dell'Est solo Praga ha chiuso oggi in ribasso.

L'indice RTS-Interfax ha guadagnato a Mosca l'1,1% a 779,18 punti. I volumi di scambio sono aumentati sensibilmente rispetto a ieri. LUKoil (US6778621044) ha guadagnato il 2,5%, Surgutneftegas (US8688612048) il 2,6% e Norilsk Nickel (US46626D1081) lo 0,9%. Bene anche Gazprom (US3682872078) a San Pietroburgo: +0,3% a RUB 90,47.Non si ferma il BUX a Budapest. L'indice guida della piazza finanziaria ungherese ha guadagnato lo 0,7% a 20656,62 punti e chiuso per la quarta seduta consecutiva ad un nuovo record storico. Gedeon Richter (HU0000067624) ha guadagnato il 2,2% e raggiunto un nuovo massimo assoluto a HUF 31735. La principale impresa dell'industria farmaceutica nell'Europa dell'Est ha presentato oggi degli ottimi risultati di bilancio che hanno superato le attese del mercato. Orszagos Takar Bank (HU0000061726) e MOL (HU0000068952) hanno guadagnato rispettivamente l'1% e lo 0,2% e raggiunto entrambi nuovi massimi storici.

Il PX50 a Praga ha perso lo 0,4% a 1252,80 punti.

Il WIG a Varsavia ha guadagnato l'1,2% a 30239,88 punti.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption