Borse dell'Europa dell'Est: Brilla ancora Mosca

CONDIVIDI
Le principali Borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi contrastate. Mosca ha registrato ancora un solido rialzo e chiuso ad un nuovo massimo storico. Leggero rialzo per Varsavia. Budapest e Praga hanno chiuso invece con delle moderate perdite.

Ancora una seduta brillante per l'indice RTS-Interfax a Mosca che ha superato per la prima volta nella sua storia la soglia degli 800 punti chiudendo in rialzo dell'1,2% a 803,22 punti. Bene anche oggi i titoli del settore delle telecomunicazioni. Ieri German Gref, Ministro per lo Sviluppo Economico, aveva espresso fiducia sul processo di privatizzazione di Svyazinvest, la maggiore holding telefonica della Russia, ancora controllata dallo stato. Dopo il balzo di ieri Rostelekom (US7785291078) ha guadagnato oggi l'1,8%. Il listino ha beneficiato anche dell'alto prezzo del petrolio. LUKoil (US6778621044) ha guadagnato l'1,6% e Surgutneftegas (US8688612048) lo 0,3%. Leggero ribasso invece per Norilsk Nickel (US46626D1081): -0,4% a $70,50. Dopo il rally delle precedenti sedute prese di beneficio su Gazprom (US3682872078) a San Pietroburgo: -0,9% a RUB 98,10. Il BUX a Budapest ha perso lo 0,7% a 20859 punti. I volumi di scambio sono stati bassi. Secondo gli operatori le trimestrali delle principali imprese ungheresi in programma la prossima settimana dovrebbero dare nuovi impulsi positivi al mercato.

Il PX50 a Praga ha perso lo 0,3% a 1270,90 punti.

Ancora un leggero rialzo per il WIG a Varsavia: +0,1% a 30907,20 punti. Bank Pekao (PLPEKAO00016) ha guadagnato l'1,9% in seguito ad una solida trimestrale.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro