Borse dell'Europa dell'Est: Frena Mosca, ancora bene Praga

CONDIVIDI
Tra le principali Borse dell'Europa dell'Est solo Praga ha chiuso oggi in rialzo.

Dopo cinque sedute consecutive di guadagni l'indice RTS-Interfax ha perso oggi a Mosca l'1,2% a 805,13 punti. I volumi di scambio sono stati ancora molto alti. Gli investitori hanno preso i benefici sui titoli che durante le scorse settimane hanno registrato i più forti rialzi. LUKoil (US6778621044) ha perso il 2,2%, Surgutneftegas (US8688612048) l'1,6% e Norilsk Nickel (US46626D1081) l'1,4%. Gazprom (US3682872078) a San Pietroburgo ha chiuso in ribasso dello 0,3% a RUB 98,23. Il BUX a Budapest ha perso lo 0,6% a 20586,21 punti. Male Orszagos Takar Bank (HU0000061726): -3,3% a HUF 7400. Ha brillato invece controtendenza Magyar Telekom (HU0000016522): +3,2% a HUF 947. La principale impresa ungherese delle telecomunicazioni ha presentato oggi dei risultati di bilancio migliori delle attese degli analisti. Il PX50 a Praga ha guadagnato lo 0,3% ed ha chiuso ad un nuovo massimo storico a 1288,60 punti. In grande spolvero Unipetrol (CZ0009091500): +6% a CZK 165,50. Il titolo della maggiore impresa petrolchimica ceca ha beneficiato del volo del prezzo del petrolio.

Il WIG a Varsavia ha perso lo 0,3% a 30968,19 punti.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro