Borse dell'Europa dell'Est: Mosca fa sei, Praga fa quattro

Tutte le principali Borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi in rialzo.

L'indice RTS-Interfax a Mosca ha guadagnato lo 0,9% a 873,01 punti e chiuso per la sesta volta di seguito ad un nuovo record storico. Gli alti prezzi delle materie prime continuano a sostenere il mercato azionario russo. LUKoil (US6778621044) ha guadagnato l'1,8%, Surgutneftegas (US8688612048) il 3,5% e Norilsk Nickel (US46626D1081) lo 0,1%. Bene anche Gazprom (US3682872078) a San Pietroburgo: +1,1% e nuovo massimo assoluto a RUB 105,50.

Il BUX a Budapest ha guadagnato l'1,1% a 21134,06 punti. MOL (HU0000068952) ha chiuso in rialzo del 2,1% a HUF 20310. Il Governo di Budapest ha dichiarato oggi che non venderà quest'anno la sua partecipazione dell'11,8% nella principale impresa petrolchimica ungherese.

Il PX50 a Praga ha guadagnato lo 0,1% a 1315,20 punti e chiuso per la quarta volta di fila ad un nuovo massimo storico. Anche oggi bene Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300): +0,3% a CZK 587,20.

Il WIG a Varsavia ha chiuso in rialzo dell'1% a 30917,73 punti.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Inizia a fare trade con Avatrade X