Le Borse di Mosca e Praga registrano dei nuovi record storici

CONDIVIDI
Le principali Borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi contrastate. Mosca e Praga hanno ancora guadagnato terreno, Budapest ha registrato un leggero ribasso, Varsavia ha chiuso stabile.

Ancora un rialzo per la borsa di Mosca. L'indice RTS-Interfax ha guadagnato lo 0,1% a 882,03 punti e registrato per la nona seduta di fila un record storico per quanto riguarda le quotazioni di chiusura. I volumi di scambio sono scesi rispetto a ieri ma sono rimasti a degli alti livelli. Il mercato azionario russo è maturo per un consolidamento ma continua a venire sostenuto dagli alti prezzi delle materie prime. LUKoil (US6778621044) ha guadagnato l'1,6% e Surgutneftegas (US8688612048) lo 0,5%. Norilsk Nickel (US46626D1081) ha perso invece lo 0,4%. In spolvero Gazprom (US3682872078) a San Pietroburgo: +1,4% a RUB 107,52 (nuovo massimo assoluto).

Il BUX a Budapest ha perso lo 0,4% a 21572,89 punti. Dopo il forte rialzo di ieri molte blue chips sono state oggette di prese di beneficio. Ancora bene però MOL (HU0000068952): +1,3% a HUF 21730.

Ancora un solido rialzo per il PX50 a Praga: +1,7% a 1350,90 punti e secondo record storico consecutivo. Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300) ha registrato anche oggi un forte rialzo: +4,7% a CZK 633,50. L'impresa ceca ha presentato oggi dei risultati di bilancio brillanti. Il WIG a Varsavia ha chiuso stabile a 31364,29 punti. PKN Orlen (PLPKN0000018) ha guadagnato il 3,3% a KPN 56,20.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro