Borse dell'Europa dell'Est: Mosca e Varsavia avanti a tutta forza

Tra le principali Borse dell'Europa dell'Est solo Budapest ha chiuso oggi in ribasso.

L'indice RTS-Interfax a Mosca ha guadagnato il 2,5% e chiuso ad un nuovo record storico a 946,33 punti. I volumi di scambi sono stati altissimi. Il nuovo aumento del prezzo del petrolio e l'ottimismo sui dati di bilancio di LUKoil (US6778621044) che verranno comunicati domani sono stati i principali motivi per il rally del mercato azionario russo. LUKoil ha guadagnato il 4,8%, Surgutneftegas (US8688612048) il 6,8% e Norilsk Nickel (US46626D1081) il 2,7%. Gazprom (US3682872078) a San Pietroburgo ha registrato un rialzo del 2,8% e raggiunto un ennesimo massimo assoluto a RUB 122,76.

Il BUX a Budapest ha perso lo 0,3% a 23279,30 punti. Sul listino hanno pesato le prese di beneficio su Orszagos Takar Bank (HU0000061726) e MOL (HU0000068952). Orszagos Takar Bank ha perso l'1,2%, MOL l'1,6%.

Il PX50 a Praga ha guadagnato lo 0,8% a 1443,90 punti (nuovo record storico).Il WIG a Varsavia ha registrato un rialzo del 2% e chiuso ad un nuovo massimo assoluto a 33916,85 punti. In grande spolvero Telekomunikacja Polska (PLTLKPL00017): +4,8% a KPN 26,30.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Inizia a fare trade con Avatrade X