Borse dell'Europa dell'Est positive, rimbalza Budapest

CONDIVIDI
Continua l'altalena delle principali Borse dell'Europa dell'Est. Ancora una volta a delle forti perdite è seguita una reazione tecnica. Il più forte rimbalzo lo ha registrato Budapest che ieri aveva perso più del 4%. L'indice RTS-Interfax a Mosca ha guadagnato lo 0,6% a 887,37 punti. I volumi di scambio sono stati piuttosto bassi. Dopo un avvio in forte rialzo l'indice ha perso gran parte dei suoi guadagni a causa dell'ulteriore calo del prezzo del petrolio. LUKoil (US6778621044) ha guadagnato lo 0,5% e Surgutneftegas (US8688612048) lo 0,2%. Norilsk Nickel (US46626D1081) ha perso invece lo 0,4%. Gazprom (US3682872078) a San Pietroburgo ha chiuso in rialzo dello 0,3% a RUB 139,09. Il BUX a Budapest ha guadagnato il 2,5% a 20193,84 punti. In ripresa dopo il crollo di ieri le principali blue chips. MOL (HU0000068952) ha guadagnato il 2,5%, Orszagos Takar Bank (HU0000061726) il 3,3%.

Il PX50 a Praga ha registrato un leggero rialzo dello 0,1% a 1310 punti. Il WIG a Varsavia ha guadagnato l'1,8% a 31761,22 punti. Bene i bancari. Bank Pekao (PLPEKAO00016) ha chiuso in rialzo del 2,9%, BRE Bank (PLBRE0000012)del 2,4%.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption