Borse dell'Europa dell'Est: Svetta Mosca, male Budapest

CONDIVIDI
Le principali Borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi contrastate. Mosca e Praga hanno registrato dei rialzi, Budapest e Varsavia hanno perso terreno.

L'indice RTS-Interfax a Mosca ha guadagnato il 2,1% e raggiunto un nuovo record storico a 1128,51 punti. I volumi di scambio sono aumentati notevolmente rispetto a ieri e sono stati piuttosto alti. Il listino è stato sostenuto dai forti rialzi di Sberbank (RU0009029540) e Norilsk Nickel (RU0007288411). Il titolo della principale cassa di risparmio russa ha guadagnato il 5,3%, quello del colosso minerario il 2,9%. LUKoil (RU0009024277) ha chiuso invece in leggero ribasso: -0,1% a $60,55. Gazprom (RU0007661625) a San Pietroburgo ha guadagnato lo 0,3% a RUB 194,40.

Il BUX a Budapest ha perso il 2,2% a 20589,24 punti. Molti investitori hanno realizzato oggi i loro profitti accumulati durante gli scorsi mesi in vista delle festività di Natale e delle elezioni nazionali in Ungheria in programma il prossimo anno. Secondo alcuni operatori l'insicurezza sul mercato azionario ungherese potrebbe durare fino a dopo il voto. Tutte le principali blue chips ungheresi hanno chiuso in ribasso. Dopo le perdite di ieri MOL (HU0000068952) ha registrato oggi un calo del 2,6%.

Il PX50 a Praga ha chiuso in rialzo dello 0,2% a 1457 punti.

Il WIG a Varsavia ha perso lo 0,1% a 35502,94 punti.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro