eToro

Borse dell'Europa dell'Est nel segno dell'orso

Dopo una seduta di pausa tutte le Borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi di nuovo in ribasso. Su tutti i listini hanno pesato i timori su un possibile aumento dei tassi d'interesse negli USA ed in Europa.

L'indice RTS-Interfax ha perso a Mosca l'1,8% a 1360,33 punti. I volumi di scambio sono stati alti. Tutte le blue chips hanno riperso i guadagni messi a segno ieri. LUKoil (RU0009024277) ha perso il 2,3%, Surgutneftegas (RU0006936028) il 4,1%, EESR Rossii (RU0008959655) il 2,6%, Sberbank (RU0009029540) il 2,8% e Norilsk Nickel (RU0007288411) lo 0,8%. Gazprom (RU0007661625) a San Pietroburgo ha chiuso in ribasso dell'1,2% a RUB 220,30.

Il BUX a Budapest ha registrato un calo del 2,4% a 21716,31 punti. Dopo l'ottima performance di ieri Gedeon Richter (HU0000067624) ha perso oggi il 4,3% a HUF 40200. Forte ribasso anche per Magyar Telekom (HU0000016522): -3,6% a HUF 940.

Il PX50 a Praga ha chiuso in ribasso dell'1,5% a 1506,20 punti. Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300) ha perso il 2,6%, Unipetrol (CZ0009091500) il 2,5%.

Il WIG a Varsavia ha perso lo 0,8% a 37672,48 punti. PKN Orlen (PLPKN0000018) ha perso l'1,1%, Bank Pekao (PLPEKAO00016) il 3%.




✅ Conosci il social trading di eToro? Con la funzione CopyTrader™ puoi investire copiando in automatico le strategie dei migliori trader del mondo! — Oggi puoi avere un conto Demo GRATUITO con 100.000€ di credito virtuale >>

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato