Borse dell'Europa dell'Est: Continua l'altalena

CONDIVIDI
Continua l'altalena delle Borse dell'Europa dell'Est: ad una o due sedute negative segue una reazione tecnica. Anche oggi non è stato altrimenti. Dopo le perdite di ieri Mosca, Praga e Varsavia hanno chiuso in rialzo. Budapest è rimasta chiusa per festa.

L'indice RTS-Interfax ha guadagnato a Mosca l'1,3% a 1377,33 punti. I volumi di scambio sono rimasti a dei livelli piuttosto alti. Secondo gli operatori sul mercato azionario russo avrebbe dominato anche oggi la prudenza. Le perdite delle precedenti sedute avrebbero avuto l'effetto di un elettrochoc. Gli investitori non avrebbero fretta ad aprire nuove posizioni rialziste. LUKoil (RU0009024277) ha guadagnato il 3,5%, Surgutneftegas (RU0006936028) l'1,1%, EESR Rossii (RU0008959655) l'1%, Sberbank (RU0009029540) lo 0,1% e Norilsk Nickel (RU0007288411) lo 0,8%. Gazprom (RU0007661625) a San Pietroburgo ha chiuso in rialzo dello 0,5% a RUB 221,50.

Il PX50 a Praga ha chiuso in rialzo dell'1,1% a 1522,30 punti. Tra i titoli di maggior peso il migliore è stato Unipetrol (CZ0009091500): +2,3% a CZK 273.

Il WIG a Varsavia ha guadagnato l'1,5% a 38218,89 punti. PKN Orlen (PLPKN0000018) ha guadagnato il 2,7%, Telekomunikacja Polska (PLTLKPL00017) il 2,9%.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro