Borse dell'Europa dell'Est: Nuovi record storici per Mosca e Varsavia

CONDIVIDI
Le principali Borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi contrastate. Mosca e Varsavia hanno registrato dei solidi rialzi, Praga ha perso leggermente terreno e Budapest è rimasta stabile.

L'indice RTS-Interfax ha guadagnato a Mosca l'1,1% ed ha chiuso per la prima volta nella sua storia al di sopra di 1600 punti (esattamente a 1600,01 punti). I volumi di scambio sono aumentati notevolmente rispetto a ieri e sono stati molto alti. Il mercato azionario russo ha beneficiato oggi dei nuovi massimi assoluti toccati dal Brent ed dal Crude. Tra i petroliferi LUKoil (RU0009024277) ha guadagnato l'1,9%, Surgutneftegas (RU0006936028) il 2,6% e Sibneft (RU0009062467) lo 0,7%. Bene anche le altre blue chips. Norilsk Nickel (RU0007288411) ha guadagnato l'1,3%, EESR Rossii (RU0008959655) lo 0,3% e Sberbank (RU0009029540) lo 0,8%. A San Pietroburgo Gazprom (RU0007661625) ha chiuso in rialzo dello 0,7% a RUB 271,76.

Il BUX a Budapest ha chiuso stabile a 24017,76 punti. Ancora una volta in luce MOL (HU0000068952). Il titolo della principale impresa petrolifera ungherese ha chiuso in rialzo del 3% ad un nuovo massimo assoluto a HUF 25400.

Il PX a Praga ha chiuso in ribasso dello 0,2% a 1513 punti. Bene controtendenza il petrolifero Unipetrol (CZ0009091500): +1,1% a CZK 269,80.

Il WIG a Varsavia ha guadagnato l'1,7% e raggiunto un nuovo massimo assoluto a. 42717,75 punti. Anche oggi in spolvero i titoli petroliferi e minerari. Polish Oil & Gas (PLPGNIG00014) ha guadagnato il 2,1%, PKN Orlen (PLPKN0000018) il 2,3% e KGHM Polska Miedz (PLKGHM000017) il 4,4%.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro