Borse dell'Europa dell'Est: Ancora bene Mosca, svetta Budapest

CONDIVIDI
Le principali Borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi contrastate. Mosca e Budapest hanno continuato a guadagnare terreno, Praga ha chiuso ancora in ribasso mentre Varsavia è rimasta chiusa per festa.

L'indice RTS-Interfax ha guadagnato a Mosca lo 0,4% a 1724,03 punti ed ha chiuso per la terza seduta di fila ad un nuovo record storico. I volumi di scambio sono aumentati rispetto a ieri e sono stati nella media. Tra le blue chips LUKoil (RU0009024277) ha guadagnato l'1%, Surgutneftegas (RU0006936028) l'1,5%, EESR Rossii (RU0008959655) lo 0,5% e Norilsk Nickel (RU0007288411) il 2,6%. Dopo il rally delle scorse sedute Sberbank (RU0009029540) è stato oggetto di prese di beneficio ed ha perso lo 0,1% a $1910. Gazprom (RU0007661625) a San Pietroburgo ha chiuso in rialzo dell'1% a RUB 323,40.

Il BUX a Budapest ha guadagnato l'1,7% a 24968,01 punti. In spolvero MOL (HU0000068952): +3,9% a HUF 25970. Il titolo è stato sostenuto dalle alte quotazioni del petrolio.

Il PX a Praga ha perso lo 0,2% a 1473,70 punti. In lieve ripresa Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300): +0,2% a CZK 749,60. Male Philip Morris (CZ0008418869): -3,8% a CZK 13171.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption