Le Borse dell'Europa dell'Est chiudono in forte rialzo

CONDIVIDI
Tutte le principali Borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi in forte rialzo. Su tutte le piazze finanziarie gli operatori hanno parlato di forti ordini d'acquisto dall'estero. In vista della fine del primo semestre dell'anno dovrebbe essersi trattato in parte di "window dressing". I listini hanno beneficiato inoltre dei rialzi dei prezzi delle materie prime.

L'indice RTS-Interfax ha guadagnato a Mosca il 3,6% a 1396,94 punti. I volumi di scambio sono aumentati notevolemente rispetto a ieri e sono stati al di sopra della media. Molto bene tutte le blue chips tra cui hanno brillato in particolare i petroliferi in seguito all'aumento del prezzo del petrolio. LUKoil (RU0009024277) e Surgutneftegas (RU0006936028) hanno guadagnato il 7,3%, Norilsk Nickel (RU0007288411) il 4,3%, EESR Rossii (RU0008959655) il 2,5%, Sberbank (RU0009029540) il 2,4% e Gazprom (RU0007661625) il 4,8%.

Il BUX a Budapest ha chiuso in rialzo del 3,4% a 19744,96 punti. In forte ripresa OTP Bank (HU0000061726): +6% a HUF 5499.

Il PX a Praga ha guadagnato l'1,7% a 1332,90 punti. Anche oggi in luce Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300) che ha registrato la migliore performance tra le blue chips. Il titolo della maggiore azienda ceca delle utilities ha guadagnato il 2,4% a CZK 697,70.

Il WIG a Varsavia ha registrato un aumento del 4,1% a 39552,76 punti. In gran spolvero Bank Pekao (PLPEKAO00016): +10,5% a KPN 184,50.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro