Europa dell'Est: Rialzi per le Borse di Mosca, Budapest e Praga

CONDIVIDI
Tra le principali Borse dell'Europa dell'Est solo Varsavia ha chiuso oggi in ribasso.

L'indice RTS-Interfax ha guadagnato a Mosca il 2,4% a 1447,92 punti. I volumi di scambio sono rimasti a dei bassi livelli. Il mercato azionario russo ha beneficiato oggi dell'aumento dei prezzi delle principali materie prime. Tra le blue chips molto bene perciò i petroliferi e i minerari. LUKoil (RU0009024277) ha guadagnato il 4,2%, Surgutneftegas (RU0006936028) il 3,2%, Norilsk Nickel (RU0007288411) il 6,9% e Gazprom (RU0007661625) il 4,2%. EESR Rossii (RU0008959655) ha perso invece lo 0,1% e Sberbank (RU0009029540) ha chiuso stabile.

Terza seduta positiva di fila per il BUX a Budapest. Il principale indice di borsa ungherese ha registrato un rialzo dell'1,1% a 20390 punti. Non si ferma la ripresa di OTP Bank (HU0000061726). Dopo i forti guadagni delle due precedenti sedute il titolo ha guadagnato oggi il 2,8% a HUF 6015.

Il PX a Praga ha guadagnato l'1,9% a 1346,30 punti. Il listino ha beneficiato dell'ottima performance del suo titolo di maggior peso Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300) che ha guadagnato il 4,1% a CZK 723,70. Gli operatori hanno parlato di forti ordini d'acquisto per il titolo dall'estero.

Il WIG a Varsavia ha perso lo 0,3% a 39986,18 punti. Si è trattato di prese di beneficio dopo i solidi guadagni delle scorse sedute. Ancora bene Bank Pekao (PLPEKAO00016): +1,1% a KPN 188,50.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption