Le Borse dell'Europa dell'Est chiudono in ribasso, male i petroliferi

CONDIVIDI
Dopo due sedute positive le principali Borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi in ribasso. Su tutti i listini hanno sofferto i petroliferi in seguito al calo del prezzo del petrolio.

L'indice RTS-Interfax ha perso a Mosca lo 0,9% a 1.490,09 punti. I volumi di scambio sono calati rispetto a ieri e sono stati estremamente bassi. Tra i petroliferi LUKoil (RU0009024277) ha perso lo 0,4% e Rosneft (RU000A0J2Q06) lo 0,8%. Surgutneftegas (RU0006936028) ha chiuso invece invariato. Tra gli altri titoli di maggior peso Gazprom (RU0007661625) ha perso lo 0,8%, Norilsk Nickel (RU0007288411) il 2,4% e Sberbank (RU0009029540) è rimasto stabile a $1.780.

Il BUX a Budapest ha chiuso in ribasso dello 0,9% a 21.172,80 punti. Ancora in luce Gedeon Richter (HU0000067624): +0,7% a HUF 43.200. Il mercato specula sull'annuncio di ottimi risultati di bilancio da parte della principale impresa dell'industria farmaceutica dell'Europa dell'Est. Male invece il petrolifero MOL (HU0000068952): -1,9% a HUF 21.410.

Dopo quattro sedute positive di fila il PX a Praga ha perso oggi l'1,4% a 1.356,90 punti. Komercni Banka (CZ0008019106) ha chiuso stabile. Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300) e Unipetrol (CZ0009091500) hanno perso invece rispettivamente l'1,1% e l'1,7%.

Il WIG a Varsavia ha perso lo 0,4% a 43.418,01 punti. Ancora bene i bancari Bank Pekao (PLPEKAO00016) +0,7% e BRE Bank (PLBRE0000012) +1,8%. Male KGHM Polska Miedz (PLKGHM000017): -4,4% a KPN 109. Sul titolo ha pesato il calo del prezzo del rame.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro